10 agosto 2007

partenze


Sarò via da oggi fino al 26 agosto. L'itinerario previsto è quello tratteggiato in rosso nella mappa.

L'Albania, per chi si ricorda il mondo prima del 1989, era un paese dove era praticamente impossibile entrare, e questo esercitava in molti, tra cui me, un fascino enorme. La Yugoslavia invece era il socialismo dal volto umano, e poi era il paese dei burek.
Alcuni posti li avevo già visti nel 1995, vado a vedere come sono cambiati. Allora c'erano ancora i bunker di Hoxha e le scritte "Enver" fatto con le pietre sui fianchi delle montagne. In mezzo c'è stato un disastro finanziario, una guerra civile, eppure chi comanda è sempre Berisha.

2 commenti:

sarmigezetusaa ha detto...

spero che i bunker li abbinao lasciati. Tornano sempre utili.

conteoliver ha detto...

I bunker sono andati in rovina.
Come strategia di difesa hanno scelto un metodo molto "moderno" e "occidentale": una grande base nato e grandi ossequi a bush.
Grazie per la visita.