25 ottobre 2008

appunti per un decalogo illustrato per il consumatore etico e ambientalista

1)Utilizzate confezioni grandi che, a parità di prodotto, riducono la quantità di imballaggi e quindi di rifiuti. Per renderlo portatile eventualmente travasatelo.


2)In ufficio cercare di evitare il junk food, incredibilmente caro, che produce una quantità enorme di imballi e che contiente ingredienti come olio di palma, xilitolo o latte in polvere, che non mettereste mai spontaneamente nel caffè o nell'insalata.

Per l'acqua, se esistono le condizioni qualitative minime, combattete le lobby delle acque e della plastica e bevete acqua migliore riempiendo in bagno.


3) Scegliere ristoratori con prezzi corretti, che non evadano le tasse e con idee politiche apprezzabili.



Per ora sono arrivato a tre, si accettano suggerimenti per la continuazione.

7 commenti:

Rigitans' ha detto...

spegnere luci quando nons ervono, tv e monitor quando non si vedono.

comprare ciabatte per spegnere totalmente gli elettrodoomestici

riciclare l acqua, quella del lavaggio della frutta e verdura, e quella della doccia quando si riscalda l'acqua

usare il gas necessario, per cucinare, e per il riscaldamento(non oltre 20 gradi, possibilmente meno)

ce ne sono tantissimi, per ora qualche spunto...complimenti per la scelta ecologista, oltre che etica

samie ha detto...

acquistare il latte, i cereali, i detersivi usando gli erogatori che forniscono la quantità che vuole il consumatore...nn so come si chiamano!

SaRA ha detto...

...e fare la raccolta differenziataaaa! e farsi la doccia e non il bagno...mettere se gia non ce l'avete il doppio scarico per il water...(la cosa migliore sarebbe destinare a sciaquone l'acqua non potabile, ma è un'utopia)...e, ribadisco, non comprare l'acqua in bottiglia! costa venti volte tanto(e non è un'esagerazione, andate a vedere i lmio blog) ed è piu controllata!

eo ha detto...

in cucina:

- lascia i piatti sporchi ammollo nell'acqua sgrassante di cottura della pasta, e poi lavali con un ciclo più veloce della lavastoviglie (e non a mano!)

- compra ed usa una pentola a pressione per le cotture lunghe

- conserva l'olio esausto di frittura in una bottiglia apposta e informati su come smaltirlo correttamente nella tua città

- manga più legumi e formaggi e meno carni

Per chi vuole risparmiare:

- compra ed usa una macchina del pane!

Pensatoio ha detto...

1)Utilizzare il brodo e la salsa avanzata per preparare piatti del giorno dopo.
2)Usare il pane vecchio per altri piatti
3)Usare la carta del pane per far sgocciolare un po' di frittura
4)Se si utilizzano i fiammiferi da cucina, riutilizzarli se c'è già una fiamma accesa
5)Portare quando si fa la spesa le buste vuote di spese precedenti o comprare una borsa di iuta.
6)Preferibilmente usare bottiglie di vetro

Primaticcio ha detto...

Caro Conte,
spero che la prolungata assenza sia dovuta ad un bel viaggio sulle piste della via della seta, tra scenari dell'Asia Centrale degni del Great Game, o in qualche altro interessante angolo del pianeta.
Comunque sia, ti lascio un augurio di buone feste e di buon 2009.
Ciao.

Dario ha detto...

http://www.dariosblog.com/2009/03/proposta-di-emendamento-basta-coi.html

E' LA MIA PROPOSTA DI EMENDAMENTO MI PIACEREBBE VEDERCI LA TUA FIRMA