12 settembre 2008

minime

Un candidato della coalizione di sinistra arrivò al villaggio di San Ignacio, in Honduras, durante la campagna elettorale del 1997. L'oratore salì sulla scala che fungeva da palco e di fronte allo scarso pubblico proclamò che la sinistra non corrompe il popolo, non vende favori in cambio di voti. Noi non diamo cibo - aggiunse - noi non diamo lavoro, noi non diamo denaro. E cazzo date allora? Domandò un ubriacone, che si era appena svegliato dalla siesta sotto un albero della piazza.

(Edoardo Galeano)

1 commento:

Primaticcio ha detto...

Caro ConteOliver,
se l’oratore fosse stato il solito pedante, spocchioso candidato, avrebbe potuto elencare all’impertinente ubriacone il cibo, il lavoro e il denaro che questi avrebbe potuto avere a disposizione perché sottratto al mercato dello scambio elettorale.
Se invece fosse stato un po’ presente di spirito, il nostro candidato di sinistra avrebbe potuto esprimere il medesimo concetto con una celebre battuta tratta da un film di Nanni Moretti:
- Io lo so che tipo è lei: ha il suo macellaio di fiducia, che le tiene da parte i pezzi migliori…
- Perché, c’è qualcosa di male?
- Certo che c’è! Se ci vado io poi mi prendo i pezzi peggiori!

Ciao.